fbpx
Sterlinaoro.it
Sterlinaoro.it

Grafico quotazione oro in tempo reale

Prezzo oro al grammo oggi 14 aprile 2024 ore alle ore 19:52 - 70.62 €/g

Come si calcola il Valore dell'oro contenuto in una moneta

Per poter effettuare un calcolo preciso del Valore oro contenuto in una moneta, occorre conoscere il valore delle tre variabili necesserie: La quotazione spot, rilevata dal grafico quotazione oro in tempo reale, il peso in grammi della moneta, il titolo espresso in millesimi (es. 900/000).
Dividendo il peso della moneta per 1000 e moltiplicandolo per il titolo in millesimi si ottiene il peso dell’oro contenuto. Moltiplicando poi il peso in oro per la quotazione spot dell’oro si ottiene il valore oro della moneta in quel preciso momento.

Facciamo l’esempio classico di una sterlina d’oro che pesa 7.988 g e ha un titolo di 916,67/000.

1 . Dividere il peso in grammi per 1000 e moltiplicarlo per il valore del titolo in oro. Si ottiene cosi il peso in grammi dell’oro contenuto.  quindi 7,988/1000=0,007988 x 916,67= g 7,3224 (peso dell’oro contenuto).

2. moltiplicare il valore ottenuto di 7,3224 per la quotazione dell’oro che, ad esempio, diciamo essere di € 56,00.  7,3224×56= 410,00 questo è il valore in oro reale della Sterlina in quel determinato momento.

La Quotazione dell’Oro: Un Barometro Economico Globale

L’oro ha da sempre rappresentato non solo una forma di ricchezza tangibile ma anche un’ancora di stabilità economica. La quotazione dell’oro, che riflette il suo prezzo attuale sui mercati, è un indicatore fondamentale non solo per gli investitori ma anche per gli economisti, in quanto offre una panoramica sullo stato di salute dell’economia mondiale.

Origini Storiche e Valore Intrinseco

Fin dall’antichità, l’oro è stato utilizzato come moneta, gioiello e simbolo di potere. La sua rarità, unita alla facilità con cui può essere lavorato e alla sua resistenza alla corrosione, ne ha fatto nel corso dei secoli un bene prezioso e ambito. Questa lunga storia contribuisce a consolidare il valore intrinseco dell’oro, facendolo considerare una “valuta” globale, al di là delle frontiere e delle politiche monetarie dei singoli Stati.

Come viene determinato il prezzo dell’oro

Come per gli altri metalli preziosi, la quotazione dell’oro viene espressa in grammi o once troy. Quando è in lega con altri metalli, si misura la sua purezza.

L’unità di misura della purezza è chiamata carato: 24 carati corrisponde all’oro puro. Un altro modo di indicarne la purezza è una grandezza di valore compresa tra zero e uno, con tre cifre decimali, o una frazione in millesimi (18 carati = 18/24 = 0,750 = 750/1000 = 75%).

Il Fixing dell’Oro: Una Pratica Centenaria

Il 12 settembre 1919 è stato fissato per la prima volta a Londra il prezzo dell’oro, dai 5 membri fondatori del London Gold Market Fixing (NM Rothschild & Sons, Mocatta & Goldsmid, Samuel Montagu & Co, Pixley & Abell e Sharps & Wilkins).

Da allora i componenti del gruppo sono cambiati diverse volte. Oggi i 5 membri del London Gold Market Fixing sono: Barclays Capital, Deutsche Bank, Scotiabank, HSBC, Société Générale ed anche la presidenza una volta sempre detenuta da Rothschild & Sons è diventata a rotazione annuale fra i 5 partecipanti.

Il fixing dell’oro viene effettuato due volte al giorno (10,30 am, 15,00 pm ora di Londra) in dollari, euro e sterline dai 5 membri attraverso una teleconferenza. Dopo averlo stabilito viene comunicato al London Bullion Market che lo utilizzerà come prezzo di riferimento per i contratti ancora aperti. Tale fixing viene però usato anche nelle piazze finanziarie globali come benchmark per i contratti derivati sull’oro (future, opzioni e altro).

Il Prezzo Spot e le Dinamiche di Mercato

A differenza del fixing, il prezzo spot dell’oro riflette le condizioni di mercato in tempo reale. Questo prezzo è particolarmente rilevante per gli investitori privati e le aziende, in quanto offre un’indicazione immediata sulla quotazione oro oggi, consentendo decisioni di investimento informate.

Il prezzo dell’oro spot è dettato dal mercato di borsa dove i prezzi sono determinati “on the spot”, sono cioè immediati. L’oro, solitamente in lingotti o in ETF (oro cartaceo), viene immediatamente consegnato all’acquirente. Il termine spot è anche usato per determinare il prezzo attuale, al momento in cui viene richiesto da un potenziale acquirente di oro da investimento, ed è rilevabile dal grafico quotazione oro in tempo reale sia che un’operazione venga conclusa all’istante piuttosto che in una data futura.

Solitamente nelle transazioni in oro il prezzo di fixing viene utilizzato con riferimento ad oro non ancora allocato per operazioni effettuate da Operatori Istituzionali. quindi fra produttori di Lingotti d’oro e Banche Centrali.

Il prezzo spot dell’oro viene invece utilizzato nelle transazioni fra operatori professionali in oro e privati o aziende.

L’Oro nell’Industria e nella Gioielleria

Oltre al suo ruolo nei mercati finanziari, l’oro è ampiamente utilizzato nell’industria e nella gioielleria. La sua conducibilità elettrica e resistenza alla corrosione lo rendono un materiale ideale per contatti elettronici, mentre la sua malleabilità e lucentezza ne fanno un metallo prediletto nell’arte orafa. Tuttavia, è importante notare che l’oro utilizzato in questi settori ha tipicamente una purezza inferiore rispetto a quello da investimento.

Evoluzione del Sistema Monetario e Ruolo dell’Oro

La storia del gold standard dimostra come l’oro sia stato utilizzato come base per le valute, stabilendo un legame diretto tra la carta moneta e una quantità fisica di oro. Questo sistema ha avuto un impatto significativo sulla stabilità monetaria fino al suo progressivo abbandono nel corso del XX secolo, quando il valore delle valute ha iniziato a essere determinato più dalle politiche economiche che da una corrispondenza fisica con l’oro.

Il Gold Standard

Storicamente l’oro è stato impiegato per supportare le valute in un sistema economico basato sul gold standard. Nel gold standard il valore di ogni valuta è stabilito equivalente al valore di una certa quantità di oro.

Come parte di questo sistema, i governi e le banche centrali tentarono di controllare il prezzo dell’oro, fissandone le parità con le valute. Per un lungo periodo (dal 1789 al 1933) gli Stati Uniti fissarono il prezzo dell’oro a 20,67 dollari/oncia (pari a 0,66456 $/g). Salvo lievi oscillazioni in tempo di guerra, elevarono il prezzo a 35 dollari/oncia (pari a 1,12527 $/g) nel 1934. Nel 1961 mantenere questa quotazione era diventato arduo. le banche centrali degli Stati Uniti d’America e dell’Europa iniziarono a coordinare le loro azioni per mantenere il prezzo stabile contro le forze di mercato.

Il doppio regime

Il 17 marzo 1968 le circostanze economiche causarono il fallimento di questi sforzi congiunti. In conseguenza a tale fallimento venne introdotto un doppio regime, che fissava la quotazione dell’oro a 35 dollari/oncia per le transazioni valutarie internazionali. Lasciandolo però il prezzo libero di fluttuare per quanto concerneva gli scambi tra privati. 

Questo doppio regime fu abbandonato nel 1971, quando il prezzo dell’oro fu lasciato libero di variare in accordo alle leggi di mercato. Le banche centrali possiedono ancora oggi riserve auree a garanzia del valore delle proprie valute. Tuttavia, il volume globale di queste riserve è andato via via calando (causa la progressiva coniazione di moneta in assenza di controvalore aureo o di qualunque altro metallo).

L’evoluzione del sistema in tempi più recenti

Dal 1968 la quotazione dell’oro sui mercati ha subito ampie oscillazioni, Raggiungendo il massimo storico di 2.117 dollari/oncia (oltre 67 dollari/grammo) i primi di Dicembre del 2023. Il prezzo dell’oro in Euro ha subito nello stesso periodo un aumento inferiore, comunque consistente, raggiungendo i 61 €/g.

Analisi del Mercato e Strategie di Investimento

Investire in oro richiede una comprensione delle dinamiche di mercato e delle varie opzioni disponibili, che vanno dall’acquisto di oro fisico (come monete e lingotti) a investimenti in fondi che tracciano il prezzo dell’oro, come gli ETF (Exchange Traded Funds). Gli investitori devono considerare vari fattori, tra cui la quotazione oro in tempo reale, le previsioni economiche globali e le proprie strategie di diversificazione del portafoglio.

L’Oro come Bene Rifugio

In tempi di incertezza economica o instabilità finanziaria, l’oro è spesso considerato un “bene rifugio”. La sua capacità di mantenere il suo valore nel tempo lo rende un investimento attraente durante periodi di inflazione o crisi valutarie. La correlazione inversa spesso osservata tra il prezzo dell’oro e il valore delle valute fiat o dei mercati azionari può offrire una forma di protezione del patrimonio.

Osservazioni Finali sulla Quotazione Oro

La quotazione dell’oro è influenzata da una moltitudine di fattori, tra cui politiche monetarie, inflazione, domanda e offerta fisica, e sentiment degli investitori. Monitorare la quotazione oro in tempo reale e comprendere i fattori che influenzano il suo prezzo sono passaggi cruciali per chiunque desideri investire saggiamente in questo metallo prezioso.

In conclusione, l’oro continua a essere un pilastro nel mondo degli investimenti, offrendo opportunità uniche per la diversificazione del portafoglio e la protezione del patrimonio. La comprensione approfondita della quotazione oro, sia storica che attuale, è essenziale per navigare con successo nel mercato dell’oro.